Vai al contenuto principale

Fase 2 – dal 18 maggio a (prevedibilmente) 31 agosto 2020 (salvo nuove indicazioni)

Scopo del presente addendum è quello di dare attuazione nel Dipartimento di Economia alle indicazioni per la Fase 2 in materia di prevenzione e protezione per la tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro, delineate nelle diverse disposizioni governative e nel Protocollo e Addendum emanati dall’Ateneo con D.R. nr. 756 del 08.05.2020.

A. Accesso al Dipartimento 

Edificio in via Pascoli 20

  1. L’accesso al Dipartimento sarà garantito unicamente dall’ingresso principale che si affaccia sul parcheggio. Di conseguenza, resteranno chiusi tutti gli altri ingressi, compresa la porta automatica che dalla biblioteca conduce al Dipartimento.

  2.  L’accesso al Dipartimento, con orario 8,00 – 17,00 dal lunedì al giovedì e 8,00 – 15,00, il venerdì è consentito unicamente: - Personale docente - Personale TAB - Dottorandi e assegnisti di ricerca purché muniti dei dispositivi di protezione individuale e nel rispetto delle condizioni indicate alle successive lettere C e D.
  3. Tutto il personale che avrà accesso al Dipartimento, pur in possesso di chiavi per altri ingressi, dovrà accedere alla struttura soltanto dall’ingresso principale, al fine di consentire il rilevamento della temperatura con thermoscan, nella postazione appositamente allestita all’ingresso dell’edificio.
  4. All’ingresso del Dipartimento sarà obbligatorio procedere alla igienizzazione delle mani con l’apposito distributore.
  5. L’accesso al pubblico non sarà consentito e il contatto con il personale sarà telefonico o per e-mail. Appena le condizioni sanitarie lo consentiranno, l’accesso sarà esteso anche ad altri utenti delle comunità accademica, compresi gli studenti.
  6. L’uscita dal Dipartimento sarà consentita dalla porta principale che si affaccia sul parcheggio.
  7. Tutte le aule didattiche e i laboratori resteranno chiusi. Analogamente, resteranno chiuse tutte le aule studio autogestite.
  8. Resteranno chiusi gli ascensori. Saranno riaperti solo per garantire il servizio a soggetti con disabilità.
  9. La porta a vetri centrale, che conduce alle aule, resterà chiusa.
  10. Sarà consentito a tutti i docenti, ricercatori e personale TAB di raggiungere i propri studi e posti di lavoro.
  11. Saranno sempre vietati assembramenti, anche momentanei, di più persone in tutti gli spazi del Dipartimento.
  12. L’accesso dei fornitori esterni dovrà essere autorizzato e le attività di carico e di scarico dovranno essere svolte nel rispetto di tutte le norme di sicurezza.
  13. È fatto divieto di utilizzo dei sistemi di aria condizionata.

Area delle Scienze giuridiche (Via A. Pascoli, 33)

  1. L’accesso al Dipartimento è consentito dall’ingresso e secondo le modalità stabilite dal Dipartimento di Giurisprudenza.

Polo di Terni.

  1. L’accesso alle strutture di Terni è consentito secondo le modalità stabilite dal delegato del Rettore, prof. Brancorsini, con il responsabile della struttura, Presidente del corso di laurea, Prof. Nadotti.

Assisi – Palazzo Bernabei.

  1.  L’accesso alle strutture di Palazzo Bernabei di Assisi è consentito secondo le modalità stabilite dal delegato del Rettore, prof. Brancorsini, con il responsabile della struttura, Presidente del corso di laurea prof. Pagliacci. [aggiornamento: consulta l'Addendum]

B. Attività di docenza ed esami di profitto e di laurea

  1. L’attività didattica (lezioni ed esercitazioni) continuerà in modalità a distanza. Non si prevede per questa fase, anche su base volontaria, alcuna forma mista di svolgimento delle attività didattiche.
  2. Analogamente, gli esami di profitto e di laurea saranno svolti a distanza, con la possibilità di sperimentazione già nella sessione di luglio, su base volontaria, di alcuni esami di profitto e prove di laurea in presenza.

C. Attività lavorativa dei docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti di ricerca

  1. L’attività in presenza è limitata allo svolgimento delle lezioni e degli esami (in modalità telematica), qualora ciò non sia possibile o agevole farlo presso le proprie abitazioni, nonché ad attività di ricerca individuale.
  2. Tutti dovranno essere muniti di dispositivi di protezione individuale.
  3. In ogni studio o luogo di lavoro è consentita la presenza di una sola persona.
  4. Tutti coloro che dividono la stanza con altri (docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti di ricerca) dovranno organizzarsi in turni. 
  5. Non sono consentite riunioni in presenza (ad esempio per concorsi o altro) e, nei casi in cui sia assolutamente necessario, dovranno essere debitamente autorizzate dal Direttore, seguendo tutte le norme di sicurezza e di distanziamento sociale.
  6. Sono sempre vietati gli assembramenti temporanei all’interno degli studi e posti di lavoro.
  7. Resta fermo il rispetto di tutte le norme di sicurezza, fra cui il distanziamento sociale.

D. Attività lavorativa del personale TAB

  1. Di norma sarà favorito lo smart working e dovrà essere ridotta la presenza sul posto di lavoro ai casi in cui non sia possibile espletare le mansioni in modalità agile.
  2. La presenza deve comunque rispettare tutti i requisiti di sicurezza, quindi utilizzando tutti i dispositivi individuali di protezione e mantenendo il distanziamento sociale.
  3. La rotazione del personale su 5 giorni sarà organizzata per garantire che in ogni stanza non vi sia più di una persona, salvo che le dimensioni della stessa consentano la compresenza di più persone nel rispetto delle misure di distanziamento sociale, ovvero salvo che la situazione logistica degli spazi comuni inducano a contenere ulteriormente le presenze in uffici limitrofi.
  4. In particolare, nello spazio destinato alla portineria, sarà consentita la presenza di una sola persona (con turnazione e orari di lavoro differenziati). Analogamente, in tutti gli altri luoghi in cui, in situazioni normali, è prevista la contemporanea presenza di più persone, occorrerà organizzarsi in turni.
  5. Le strutture saranno tenute a gestire i processi, evitando per quanto possibile aggravi burocratici e utilizzando per tutte le comunicazioni interne la posta elettronica e il gestionale titulus. Per le comunicazioni esterne verranno usate, a seconda della tipologia di documento e della connessa valenza giuridica: posta elettronica, pec e firma digitale.

E. Sanificazione degli ambienti

  1. La sanificazione degli ambienti aperti del Dipartimento è a cura della ditta delle pulizie, nei percorsi già definiti per la pulizia ordinaria.
  2. La sanificazione delle singole postazioni di lavoro è a cura degli occupanti.
  3. All’ingresso di ogni struttura e nei punti di maggiore passaggio sono disposti dispenser con soluzioni idonee per l’igiene delle mani.

Scarica il documento in formato pdf

Vai a inizio pagina
Sommario